Domino game

L'effetto domino è appena partito. Dopo il fallimento di FTX e l'annuncio che praticamente anticipa BlockFi come prossima vittima, potrebbe essere sorpassato, in questa triste gara, da Crypto.com

Già perché ben prima di queste vicende, su questo exchange aleggiavano nubi circa la potenziale inconsistenza del loro business. Infatti, le spese financo anche folli, per certo devono essere superiori alle entrate. La card di Crypto dava un cashback che ha fatto da volano alla coin CRO arrivata a sfiorare il dollaro di controvalore, per poi crollare. Va considerato che il cashback, addon goloso per noi utenti, è una spesa viva dal punto di vista opposto.

Nel mezzo sponsorizzazioni stucchevoli, come la Formula 1 e i 700 milioni per dare il nome ad uno stadio americano. Tutto ciò è sostenibile? Probabilmente con il bull market fino a novembre 2021 e in parte anche oltre, magari non sostenibile in un piano economico, ma sicuramente "coperto" dal punto di vista dei valori finanziari. D'altronde gli asset in carico all'Exchange automaticamente aumentando di valore per riflesso aumentavano il valore complessivo della società.

Il problema è che quegli asset sono debiti verso i clienti dal punto di vista di tecnica finanziaria. Ne più ne meno di quello che succede con i conti correnti bancari. Stessa storia.

Però il bull market non può durare per sempre, tutto è ciclico, anche il mercato, anzi soprattutto il mercato. Ce lo spiegavano Down ed Elliot il secolo scorso nelle loro teorie economiche.

Quindi, nel momento in cui si verifica il bear market, che si fa? se hai speso milioni su milioni in preda all'euforia paradossa, è chiaro che quando la situazione si ribalta andrai in difficoltà al primo tentennamento.

La domanda che facevo nei due post precedenti a questo è chiaramente normale e legittima. Ci possiamo fidare?

Screenshot 2022-11-13 alle 18.47.46.png

L'effetto del fallimento di FTX è la corsa al withdraw, e l'impatto è di quelli seri. Se i tuoi clienti ritirano in massa i denari (spostandoli su cold wallet o Exchange decentralizzati) le carte si scoprono in fretta. O resisti dimostrano forza e consistenza del proprio progetto o vai all'aria nel giro di un paio di giorni.

Quello che sta succedendo proprio in queste ore a Crypto.com, ma sicuramente non sarà l'unico. La global market cap, cioè tutti i soldi in giro per il mercato crypto è passata da mille miliardi a 836 milioni nel giro di una settimana, con un picco minimo di 786 milioni proprio il giorno 10, quello delle prime notizie su FTX. Tuttavia, un anno fa esatto eravamo ad oltre 2800 miliardi.

Nonostante questo, di "ciccia" ce ne sta ancora. Appunto gli 800 miliardi in giro per gli exchange è una cifra piccola se guardiamo il forex, ma comunque rilevanti. Bitcoin è ancora 16K, lontana dai 60k di picco, ma comunque parecchio rilevante.

Ma se lo guardiamo con gli occhi di un Hodler, ci sarà da piangere, o se si hanno disponibilità comprare al ribasso non senza remore, perché più che mai del futuro non vi è certezza.

Dal punto di vista di un trader, al netto di qualche stop loss, non cambia un tubo. Anzi paradossalmente è più facile agire in questi giorni. Si va short, che è ben difficile sbagliare.

ItalianStripe2.png




visit tosolini.info website

Posted from my blog: https://blog.tosolini.info/



0
0
0.000
9 comments
avatar

La speranza è che essendo aziende, non si finanzino solamente vendendo la loro monetina, anzi, la loro monetina e il cashback dovrebbe essere un modo per attirare gente sulla loro piattaforma e guadagnare sul trading che fanno li.

C’è anche il fatto che Crypto.com se non sbaglio ha investito in pubblicità con i prossimi mondiali ormai vicini, quindi potrebbe essere facilmente in recupero.

Detto ciò, questa batosta di FTX spero porti i vari attori a dimostrare di avere i conti a posto e chi non li ha verrà falciato. È una pulizia che per quanto brutale farà bene sul lungo periodo.

Almeno credo!
Chi vivra vedrà!

!LOL
!PGM

0
0
0.000
avatar

Sono d'accordo con il tuo incipit iniziale, e ache quello finale circa le pulizie. Salvo che a questo punto i governi come enti regolatori sarà un evento non procrastinabile e nemmeno evitabile. Nel mondo crypto un po' anarchico non sarà vista bene questa cosa, ma in pochi mesi troppi casini.

Sulla sponsorizzazione dei mondiali, boh, non mi esprimo. Se guardiamo il CRO non mi pare stiano messi bene, però magari sono sostenibili lo stesso.

!LOL

0
0
0.000
avatar

Crypto.com è una azienda. Se i suoi conti sono a posto, non dovrebbero esserci problemi. Se i fondi sono coperti, idem.

Se si finanziano con CRO, allora è un altro problema. Ma li hanno sbagliato e giustamente pagheranno

0
0
0.000