Supermuscolo il ritorno cap. 4

avatar

Sempre più entusiasmanti le avventure del mitico supermuscolo.
Vi ricordate dov'eravamo?
Con la storia intendo... per quanto riguarda il resto vorrei chiedervi di chiamare la polizia per me perché sto scrivendo nella stanza della casa in campagna dove chiocciolalibertycrypto27 mi ha rapito e mi tiene in ostaggio per farmi scrivere la storia.

  • no no... continuo... ahia... ahia... sto scrivendo...

Supermuscolo.
Il ritorno. Cap 4

img_0.5164324221178583.jpg

Sicuramente la ragazza era brutta, o meglio, lo era stata fino a quel momento, ma non era di certo stupida ne tantomeno poco rancorosa e vogliosa di rivincita.

Si ricordò di tutte le volte che i fighi, ma non solo quelli, anche i normali e i bruttini le dicevano

  • mamma che rospo, scusa ma non ce la faccio a scoparti... mi viene il vomito, neanche i 100 euro che mi hai pagato mi servono per farmelo drizzare, non è colpa tua sei fai schifo, eccoti i tuoi soldi.
    Però puzzi pure, lavati ogni tanto, non dico tutti i giorni, ma almeno una volta a settimana come facevano le nostre nonne.

Gli unici che riusciva a scoparsi erano gli ubriachi a fine serata, che quando a metà del lavoro le vomitavano sulla pancia per lo schifo lei diceva loro che era per l'alcool ma non dovevano fermarsi.

Voleva vendetta.

Andò dal panettiere a prendere qualche pezzo di focaccia per tappare la fame ed escogitare una tremenda vendetta ai danni di tutti coloro che si erano presi gioco di lei in passato.

Appena entrata il panettiere le regalò una baguette

  • madonna sanda dellingoroneta... lo sfilatino per la signora.

Sempre rigorosamente guardandole il culo dal buco della serratura ( era quello il suo potere ).

Palestra.
Ecco dove doveva svolgersi il teatro della sua vendetta.
In una palestra.

Anzi no... in tutte le palestre del mondo, così quei bastardi troppo fighi l'avrebbero pagata cara.

Si recò alla palestra vicino casa e appena entrata il tizio alla reception le regalò due anni di prova.

  • madonna sanda dellingoroneta che cosce che cosce... due anni di prova. Cosi hai il tempo per capire se ti piace come tu piaci a me... mmmhhhh... ti amo...

  • grazie.

Voleva spingersi oltre

  • ma io ora avrei un po di fame.

  • Madonna sanda dellingoroneta che chiappe... ti chiamo il ristorante qui vicino. Pago io.

Rispose lui.

La cosa funzionava ed alla ex merda con le gambe la cosa cominciava a piacere.

Stava per trasformarsi.

Gina era diventata la cattiva più cattiva di sempre.

Gina era ' la superva ' .

img_0.6106688032357056.jpg

Continua...

img_0.3248486329729942.jpg



0
0
0.000
5 comments