Come lo Yoga ha influito sulla mia vita? 💊 #3 Espongo le mie vulnerabilità in merito a "Vita & Morte", "Vortici mentali" e "Mantra".

avatar
(Edited)

Dopo aver parlato di Verità, veridicità e Smettere di scappare e di Denaro, avidità ed Equanimità nei precedenti post, eccomi a te con la terza pillola di come lo yoga ha influito sulla mia vita.

Vita & Morte

Grazie allo yoga ho realizzato che la morte non è null’altro che la naturale conseguenza dell’essere nato e a non avere timore della morte in sé, essendo essa solo un concetto legato alla nostra esperienza terrena di anime all’interno di un involucro fisico necessario a fare esperienza in questa dimensione (pseudo) materiale.

Vortici mentali

Ho trovato molto interessante il concetto di vortici mentali, ovvero della continua attività mentale che ci distoglie dal percepire la nostra vera natura di esseri spirituali che stanno avendo una esperienza nella materia grazie a un corpo umano in grado di trasmettergli sensazioni ed emozioni.



Mantra (e Kirtan)

Condivido con gioia le mie esperienze della potenzialità nel recitare mantra e i benefici della bhakti yoga, ovvero dello yoga devozionale.

Quella che più mi ha colpito, è stata in occasione della morte violenta della “mia” cagnolina Lady, avvenuta davanti ai miei occhi per lo schiacciamento del suo cranio sotto la ruota posteriore di un’auto in movimento. Dopo essermi velocemente recato dal veterinario con la speranza di un possibile salvifico intervento e aver da lui ricevuto la notizia che non c’era più nulla da fare, sono andato a camminare in campagna con gli altri due “miei” cani.

Allora mi è esploso un pianto apparentemente incontrollabile ed ho avuto la brillante idea di provare a recitare il Mahamrityunjaya Mantra: se è vero che non è possibile recitare un Mantra mentre si piange, ho realizzato che è altrettanto vero che insistendo nel recitarlo, si smette di piangere e si ottiene un adeguato distacco emotivo.






Seguendo il consiglio della mia insegnante di yoga tibetano, alla morte di mio padre ho recitato per tre settimane il mantra Auṃ maṇi padme hūṃ. Ho percepito la gioia di accompagnare il mio babbo durante il suo percorso del bardo (ovvero, lo stato intermedio di transizione tra la morte e la rinascita).
Sto facendo analoga esperienza da venerdì pre-pasquale, giorno in cui “mia suocera” ha lasciato il corpo.





Infine due mie esperienze con la recitazione del Maha Mantra (che significa Grande Mantra) Hare Krishna (guarda l'interessante film su Prabupada, il guru indiano che ha portato la filosofia orientale in occidente), una che mi ha trasmesso sensazione di benessere “spirituale” e una che mi ha dato un risultato pratico e diciamo “più materiale”:

  • nell’Ashram di Shivananda a Rishikesch, partecipando a una recitazione in gruppo, ho notato un grande senso di gioia e di benessere mentale, simile a quanto provo durante le serate di Kirtan;
  • anni fa, dopo aver ricevuto l’insegnamento del Maha Mantra e delle sue potenzialità presso il centro di Hare Krishna di Albettone (VI), alcuni giorni dopo l’ho recitato recandomi in auto al mio centro yoga: come mai successo prima, in una via in cui è sempre difficile trovare pargheggio, ho trovato immediatamente un comodissimo posto in cui lasciare in sosta la mia auto. Potrà sembrare un’esperienza banale, ma nulla accade per caso, vero?





Unità e oneness

Durante la mia prima separazione dalla mia attuale compagna, non senza fatica mi ero letto “Sri Aurobindo l'Avventura della Coscienza” scritto da Satprem, un discepolo di Mère (compagna spirituale di Sri Aurobindo). Sono trascorsi tanti anni dalla lettura di questo libro che - pur non avendo compreso molti concetti in esso espressi, mi aveva messo in contatto con il concetto di oneness, di cui ero rimasto (e tuttora sono) colpito: se non avessi già una montagna di libri di yoga in attesa di essere letti, lo rileggerei con la certezza che scoprirei e comprenderei moltissimi concetti che allora non ero in grado di cogliere e comprendere.

La visita all’Aurovalley Ashram e il contatto con la gente di Riscikesh durante il mio recente viaggio in India, mi ha fatto in parte realizzare il concetto di oneness: la non separazione con il tutto.

Infatti l’aspetto che più mi ha colpito e che mi sono portato a casa con gioia è proprio l’incredibile e amorevole disponibilità della gente locale, con la quale ho potuto conversare e condividere esperienze senza percepire la tipica sensazione di separazione (competizione e diffidenza) che viviamo quotidianamente in occidente.

La principale spiegazione che mi sono dato in seguito a questa interessante esperienza è la diversa influenza della loro cultura: un popolo che cresce leggendo la Bhagavad Gita, non può far altro che mettere nella pratica di tutti i giorni i suoi insegnamenti?

🌼 🌸 ❀ ✿ 🌷

Per questa "puntata" è tutto:

Cosa ti ha colpito maggiormente in questo post?

Lasciami il tuo commento: sarà molto gradito!

Un caro abbraccio, con molta gratitudine per la tua preziosa e apprezzata amicizia e... a presto, con la prossima "pillola" di antica cultura e scienza vedica! 🤗



0
0
0.000
35 comments
avatar

Link all'articolo sulla Pagina Facebook di Hive Italia

0
0
0.000
avatar

Il concetto di morte e l'episodio della tua cagnolina sono le cose che più mi hanno colpito! In più il fatto che tu stia riscrivendo con maggiore assiduità su hive! L'episodio della tua cagnolina è atroce e purtroppo mi ha fatto rivivere un'esperienza avuta una ventina di anni fa quando un ragazzo col motorino cadde e venne schiacciato dall'autobus che stava passando! Io ero lì, fortunatamente non ho visto l'impatto, ma il dopo sì! Sono immagini che ti restano dentro e difficilmente le cancelli! Inoltre anch'io ho sperimentato dolore fisico e perdite dolorose in questo periodo, distacchi che gravano fortemente sulla psiche. Inoltre mi ha colpito come tu abbia metabolizzato le tue perdite attraverso la recitazione dei mantra. Ognuno metabolizza il proprio dolore secondo la propria natura e secondo le proprie inclinazioni, anzi trovo meraviglioso il fatto che si trovi una sorta di espiazione del dolore, spesso non è facile e molti si fanno divorare da queste sensazioni. Non ho una ricetta personale, so che spesso il dolore ci trova impreparati solo l'esercizio al dolore ci rende allenati alla sopportazione, e capaci di classificarli all'occorrenza! Io per esempio espio attraverso il dialogo continuo! Ciao @amico!

0
0
0.000
avatar

Caspita @elikast, condoglianze per le tue perdite e distacchi... e mi spiace averti riportato alla mente un evento traumatico!
L'esperienza mi ha insegnato che per evitare che il dolore si amplifichi, l'atteggiamento migliore è accettarlo con tutto il cuore: con questa attitudine, ho sperimentato l'immediata scomparsa di dolori fisici... che quindi, tanto fisici, probabilmente non erano?
Puoi spiegarmi, magari con un esempio, la tua tecnica d'espiazione attraverso il dialogo continuo?
Grazie! !tip e un forte abbraccio! 🤗

0
0
0.000
avatar

¿puedes dejar de seguir downvote de curangel cervantes? me llamas desde meses todos los días y tal vez no lo sabes?

0
0
0.000
avatar

Hi @kingscrown, thanks for your message. Could you speak Italian?
Otherwise, I think it's better if you explain your concern in english (not in spanish), please.

0
0
0.000
avatar

@amico sorry! you are following curangel or cervantes flag trail and since over a month u flag me daily as 1 user there is abusing me. would u consider to stop as i assume you are not aware of this

0
0
0.000
avatar
(Edited)

Oh yes, I'm following some trail downvote and I would like to know from @curangel what is the reason of the flags.

And you, @kingscrown, did you received a valid explanation for the flags you received?

0
0
0.000
avatar

@amico 1 user said he wants me out of HIVE and that he will flag me with curangel daily no matter what. and u follow that since weeks so i thought ill reach if u are aware. don't want to make a big drama just would be cool if u stopped if it wasn't done on purpose to me.

0
0
0.000
avatar

I find the lack of clarity or worse the absence of communication a serious mistake. In the absence of dialogue, I have suspended all my downvotes.
Have a nice day! !tip

0
0
0.000
avatar

@amico.

  1. Regarding KC. Not only there was explanations but there are detailed posts written about KC's milking activities at steem/hive: a notable one is this:
    https://peakd.com/hive-174578/@tarazkp/hey-who-do-you-nonames-think-you-are

  2. Kingscrown have moved 400K steem/hive is rewards using that one account alone.

  3. KC is a scam artist and vote beggar.

  4. I personally healed KC's downvote to you and plan on doing all in future if notified.

  5. I welcome you not to use curangel downvote trail, as it is not for everyone.

But please do not fall for wrong narrative led by KC, who is a scam artist.

Many thanks!

0
0
0.000
avatar

Dear @azircon, I appreciate very much your support and thank you for the interesting explanatory post by @tarazkp! !tip

I took a look at your posts, dear @kingscrown, and indeed most of them had received exaggeratedly above average rewards.

image.png
source

image.png
source

Do you have economic hardships that push you to milk the common pool of rewards, damaging other content creators?

image.png
source

Thanks to your intimidating flags (I live in Italy and not even the mafia has ever intimidated me like you did) I will leave the task of leveling your rewards to accounts with shoulders wider than mine.

However, I do not accept your invitation to remove my previous downvotes.

I love you and send you a warm hug! 🤗

0
0
0.000
avatar

Essentially, Kingscrown is pathetic and flags even the small accounts that DV him. I think he does have some hardships - not sure about economic though.

0
0
0.000
avatar

Thanks for your nice comment and your very good post, mate!
!tip & hugs! 🤗

0
0
0.000
avatar

Cheers! @amico. I live in Texas. If you are unfortunate enough to visit here any time, a beer and steak is on me :)

0
0
0.000
avatar

Oh yeah, thanks for your invitation: I'm vegan, so the beer will be enough! 🙏😂
Cheers & !BEER 🍻

0
0
0.000
avatar
(Edited)

Ciao @amico quando ho letto il tuo post andavo di fretta e quindi ho votato ripromettendomi di ritornare a rileggerlo e commentarlo.
Mi dispiace molto per quello che hai passato e per i dolori che hai provato in passato per la morte di tuo padre e della tua cagnolina e adesso per tua suocera.
Del tuo post mi ha colpito come hai scelto di affrontare e superare il dolore.
Ho una conoscenza dello yoga praticamente nulla e se non avessi così poco tempo da dedicare a passioni e interessi personali forse approfondirei il discorso...
Però questi tuoi post sono una piccola finestra su questo mondo a me sconosciuto e quindi grazie per ampliare i miei orizzonti.
Io sinceramente ho paura della morte e in particolare ho paura della morte dei miei affetti e sono sicuro di non riuscire a superare un così tragico evento in modo sereno e con nessuna preghiera o mantra.
Per questo motivo ammiro il modo che hai scelto per combattere il dolore e soprattutto si legge viva la tua passione per lo yoga nei tuoi post.
Quando ero ragazzo ho perso il mio migliore amico e non ti nascondo che nonostante sono passati più di ventidue anni ancora oggi quando vedo una sua foto o incontro un suo familiare la ferita si riapre...
!BEER

0
0
0.000
avatar

Il tuo commento è (come sempre) molto gradito, carissimo @libertycrypto27!
Posso consigliarti di non combattere il dolore, ma di arrivare ad accettarlo... per riuscirci, può essere un percorso semplice o molto difficile e, secondo il mio modesto parere, tutto dipende dai vortici mentali (software?) che girano nella tua mente.
!tip e un caro abbraccio fraterno! 🤗

P.s.: chissà se la consegna di !BEER è ripartita? 🍻

0
0
0.000
avatar

Grazie @amico per questa interessante serie di post, che ho letto in ritardo... 🤗

Una delle cose che sempre mi ha attratto della spiritualità orientale è la similitudine con le bizzarre leggi della meccanica quantistica.
Concetti così difficili da comprendere anche per le più brillanti menti scientifiche moderne e che erano già ben conosciuti da menti illuminate millenni fa.
Come lo sapevano?
L’entanglement quantistico mi fa pensare al concetto di Oneness.
Circola in internet l’equazione dell’amore, alla quale concedo la licenza poetica, perdonando l’inesattezza scientifica, perché riassume a grandi linee questa similitudine.

“Dimmi qualcosa di bello” – disse lei.
“(∂ + m) ψ = 0” – rispose lui.
“L’equazione sopra è quella di Dirac ed è la più bella equazione conosciuta nella fisica.
Grazie a questa si descrive il fenomeno dell’entanglement quantistico, che in pratica afferma che: “Se due sistemi interagiscono tra loro per un certo periodo di tempo e poi vengono separati, non possiamo più descriverli come due sistemi distinti, ma in qualche modo sottile diventano un unico sistema.
Quello che accade a uno di loro continuare ad influenzare l’altro, anche se distanti chilometri o anni luce”.
Fonte

La meccanica quantistica ci illustra uno stato fondamentale della materia con caratteristiche duali che emerge da un campo unificato grazie a un misterioso osservatore.
Per questo non mi stupisce il potere dei mantra , un suono, un’onda, una vibrazione con un’intenzione.

!BEER & abbracci

0
0
0.000
avatar

Sei sempre molto profonda e interessante, @maruskina: grazie per la tua testimonianza!
!tip & !BEER 🍻
... e un immancabile immenso abbraccio! 🤗

0
0
0.000
avatar

Ho visto l'impossibile, grazie per il tempo che mi hai seguito, buona fortuna. vado a como, buona giornata e grazie ancora

0
0
0.000
avatar

Ma è fantastico questo automatismo: come l'hai fatto? (lo vorrei anch'io!)
🍻 !BEER & hug! 🤗

0
0
0.000